Carta verde

Carta verde: cos'è e a cosa serve

Il documento di polizza per i viaggi oltre confine

Per i viaggi all'estero

La Carta internazionale di assicurazione dei veicoli a motore, che era nota come Carta verde, è un documento rilasciato dalla compagnia assicurativa che serve ad attestare anche all'estero la validità della copertura di un veicolo.

La Carta verde non è più necessaria nella maggior parte dei Paesi: grazie agli accordi internazionali, è sufficiente il Certificato di assicurazione, che deve sempre essere presente a bordo del veicolo, sia in italia che all'estero, per essere mostrato in caso di controlli.

Come circolare all'estero

In questi Paesi è possibile circolare con il solo Certificato di assicurazione:

Andorra, Austria, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Regno Unito, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria. Cipro e Serbia solo nelle aree sotto controllo governativo.

In questi Paesi, invece, la copertura non è attiva ed è necessario avere con sé la Carta verde:

Albania, Azerbaigian, Bielorussia, Marocco, Moldavia, Repubblica di Nord Macedonia, Russia, Tunisia, Turchia, Iran e Ucraina.

Questi Paesi sono contrassegnati come barrati all'interno della Carta verde.

Il nome "Carta verde" deriva dal tipico colore del documento, abbandonato solo di recente col nuovo modello in bianco e nero.

Acquista una polizza su misura per te e per il tuo veicolo
Calcola preventivo